La’… laaascia (pagoìo)

Dai fa’ vede quant’è… steccamo… ma figurati, faccio io: ho invitato io e faccio io… ma nunesiste… famo a mezzi… noo essù… ma la’, laaascia: nun ce viengo più… se fai sempre ccosì nun è giusto.

E tiette le mano ‘n tasca… nun tocca’ er portafoji!
Famo à la romana.

Ma che usciamo a fare con qualcuno? Per il gusto di litigare su chi paga?
Quale beneficio porta una serata conclusasi con le pippette di rito sul pagoìo?!

Voi paga’ te?
Ma fa come te pare…
E paga, tie’!
Ma nu’mme mannà la robba pe’traverso!
Anzi, se paghi te,
‘scimo più spesso.

R201002101730