Giorgi contro (Napul’è)

Giorgio Napolitano infonde speranza nei napoletani e da napoletano parla di “conati” rivolgendosi ai secessionisti.

Come non sottoscrivere punto a punto?

Ieri sera Bocca da Fazio ha detto che Napoli è così, non la dipingono malamente. Ha definito “sfortunati” quelli che non sono nati altrove.

Come non sottoscrivere punto a punto?

La posizione di Napolitano è autoesplicativa.
La posizione di Bocca lo diventa pensando ad alcuni dati:

1) Il libro “Gomorra” di Saviano
2) Il comportamento delle istituzioni campane verso costui.

Mi permetto di aggiungere ai due Giorgi una riflessione: non è Napoli ad essere così, sono gli italiani ad essere così. Dal mio punto di vista Bocca è stato un inguaribile ottimista, quando ha detto di aver perso ogni speranza ma parlando solo di una regione di questo grande hinterland europeo che siamo.

Io non credo affatto che Napoli sia peggio di tutto il resto, solo perché adesso stampa e TV, in mancanza di molossoidi assassini e pupi spariti si sono buttati a far titoloni su Scampia.

Esecuzioni di medio termine (Made in USA)

Saddam Piccà.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: