Lemmi(ngs) da salvare

Apprendo di una iniziativa spagnola tesa al salvataggio delle parole che, per disuso o sostituzione con termini stranieri, rischiano di essere dimenticate.

Ottima cosa.

Ma quando senti dire che la performanza del mezzo è matchata dalla sua reliabilità, quando mi scrivi due righe (di minchiate) in posta elettronica e mi chiedi un feedback, quando della cena non si sceglie il locale ma la location, quando non conosci il pizzettaro ma il pi-ar del ristorante, quando di una vettura usata ti dicono che dopo la firma del contratto e la toelettatura la ritiri, quando leggi pizza take-away, quando alla iu-es-el paghi il ticket, quando esibisci il voucher, quando t’insozzi al self-service ‘ché i guanti monouso son finiti, quando il giravite ha una affordance chiara e l’iPod no, quando partecipi all’election-day, rifuggi il tax-day, quando chiedi ai nostri ragazzi che giorno è la Liberazione e ti dicono il 4 luglio, quando hai le sise calate e metti un push-up, quando chiami le figlie Deborah e Jamila, quando chiedi lo spelling del nome del farmaco, quando sui libri italiani trovi scritto orgogliosamente “.” come separatore dei decimali e “sin x” come ordinata del punto in circonferenza goniometrica, quando flegghi un valore per il debug, quando gli amici shiftano per lasciarti il posto di corridoio, beh quando penso a questi ed altri orrori, la via della salvezza per quei termini la vedo prerutta.

Tanto più che il correttore ortografico di Firefox me la sottolinea…

R201003050915

2 pensieri riguardo “Lemmi(ngs) da salvare”

  1. Posso aggiungere che spesso i software forniscono out-of-the-box delle features utili ma un po' triggy?

  2. E vogliamo parlare di settare i valori di default (o peggio ancora impostare i settaggi ai valori di default)aaaaaaaaaaarrrrgghhhhh….

I commenti sono chiusi.