Programmi per il fine settimana

Questo fine settimana sarà un po’ ovunque soleggiato.
Ottima occasione per andare al mare, diceva in queste occasioni uno che Veltroni metterebbe volentieri in un Olimpo.

Prima di andare al mare, però, andate a votare.
Il perché è presto detto; la sinistra, i soliti comunisti, sta trasformando questa tornata elettorale in un referendum pro o contro Berlusconi, con la complicità dei giudici. L’ha detto anche Renzi.

Se dovesse andare male per la destra, rischierebbero di essere lasciate a metà, e sul più bello, tutte le iniziative di riforma intraprese in questa legislatura, e di essere allontanati dal cadreghino parecchi camerati, per lasciare il posto ad uno che magari non si lava chissà da quanto e che, se femmina, potrebbe anche essere un mezzo cesso.

I froci potrebbero vedersi la patente rinnovata, potrebbero baciarsi in pubblico, potrebbero finire ad usurpare cariche pubbliche come assessore o consigliere comunale, e potrebbero decidere di non tappezzare più la città, a spese vostre, con le foto del papa. Per il quale, ricordo, i froci sono figli di dio ma malati; ai malati dobbiamo dare più amore che non agli altri?! Purché non siano froci.

I vostri figli potrebbero non avere più il diritto di farsi casa in un garage, e poi di accorgersi che qualcuno, in superficie, sopra l’agognato garage ha proditoriamente costruito la Montedison. Beh, invece che accollarsi la ristrutturazione e la bonifica dell’area da trasformare in loft, sarebbe costretto farsi casa su una collinetta col prato attorno come il più classico sfigato comunista.
Così finisce che i garage verranno riempiti da fabbriche cinesi che tolgono lavoro alle nostre.

I figuranti (precari) che utilizziamo da anni per impersonare gli zingari nei parcheggi, e che fingiamo di cacciare sotto elezioni, verrebbero assunti a tempo indeterminato e reclamerebbero (‘sti cazzo de zingari) una mansione più consona e sopratutto come dipendenti pubblici avrebbero diritto ad una casa. Pensateci: nessuno più contro cui sfogare la rabbia, qualcuno da calciare con tutto l’organetto al collo. Finireste col dover andare in palestra, con quello che costa.

Volete tornare a parcheggiare nelle strisce? Volete che il primo vigile che passa possa contestarvi il permesso invalidi fatto con Photoshop non vi permetta di parcheggiare il Cayenne sul marciapiede? Volete che continuino a fare ciclabili in modo che i rumeni ci si possano acquattare per tendervi degli agguati? Volete pagare di nuovo i parcheggi al centro?
Potrebbero riuscire dai tombini politiche delle mobilità che vi vorrebbero spingere a lasciare la macchina a casa ed andare in giro coi mezzi pubblici!

E quel nipote coglione, potrebbe restarvi a ciondolare in casa a vita, senza un posto in una municipalizzata. E la sorella potrebbe restarvi in casa se non ne prende una a canone agevolato, e voi sapete bene che non ne avrebbe diritto, con quello che guadagna ‘sta zitella.

E voi allergici, volete che fosse lasciata a metà la cementificazione delle aree verdi? O, quanto meno, la loro ricopertura con discariche?

Ah, a proposito di discariche, Malagrotta sarebbe piena, ma la sua chiusura è stata rimandata al nove di giugno. Si è trattato di un errore: il 12 ci sono i referendum.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: