App iAnderculo

Amazon, che non m’ispira simpatia sui titoli digitali1, mette all’angolo la policy del 30% di Apple (che m’ispira sempre meno simpatia in tutto) e la riduce a zero.
A questo punto Apple può fare solo due cose:
– eliminare da Safari il local storage2 dell’HTML5, puntando tutto sulle app che fanno i rutti e quelle che fingono un boccale di birra fresca
– bissare il successo della musica e costringere gli editori a togliere i DRM (e vada per il watermark) anche dai libri.

Ma per il resto va detto che ad Amazon sanno fare bene i conti3 : dare il 30% ad Apple per il nulla o tenerlo e reimpiegarne una parte per fare quello che hanno presentato oggi?
Bravi; nella fattispecie, intendo.

* * *

Ch’ore so’?!

Sito del Ministero per l'Innovazione

Dunque, per uscire dalla crisi ci vogliono tre mesi1:

Visto che serve fretta, parliamo di tem­pi.
«Da settembre a dicembre si può incar­dinare quasi tutto. Nel 2012 comincere­mo a vedere i risultati, nel 2013 raggiungia­mo il pareggio e rivinciamo le elezioni».

Chi lo dice?
Uno che in quattordici mesi non è riuscito a firmare un decreto2:

Il gruppo di lavoro di cui le SS.LL. hanno brillantemente e fattivamente fatto parte, ha recentemente concluso i propri lavori, giungendo all’elaborazione del documento che si allega e che a giorni verrà pubblicato nel sito del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione.3

* * *

  1. SALLUSTI, Alessandro – La ricetta di Brunetta: “Per fare le riforme bastano tre mesi” il Giornale.it, mercoledì 10 agosto 2011, 08:24
  2. Ministero per la pubblica amministrazione e l’innovazione – Nuovi requisiti e punti di controllo per l’accessibilità – giugno 2010
  3. Biroblu – Revisione dell’allegato A del DM 8 luglio 2005, legge Stanca – 4 giugno 2010