The Humam Factor Show

Trasporti e traffico
Già dalle 8.30 la fermata Tiburtina della metro B è stata chiusa per decisione della Questura per motivi di sicurezza. I treni hanno transitato senza fermarsi. Una decisione che però ha mandato su tutte le furie gli utenti. “Nessuno ci ha avvisato della chiusura”, ripetono i pendolari, una volta arrivati a Tiburtina, costretti a raggiungere la vicina stazione di piazza Bologna. La fermata Tiburtina è stata riaperta alle 12.15.

Il traffico è andato in tilt nella zona intorno alla stazione: alcune delle vie che lambiscono lo snodo ferroviario sono off limits, così come il tratto della tangenziale a ridosso della stazione, e i percorsi delle linee 211 e 649 subiranno deviazioni, mentre le linee 135, 168 e 309, sulla circonvallazione Nomentana, sono state fermate a vista o deviate su percorsi alternativi. Agenzia per la Mobilità ha quindi informato: il capolinea bus di Tiburtina è sospeso per l’inaugurazione della stazione FS. Le linee della zona effettuano capolinea: 111 e 211 a largo De Dominicis (Portonaccio); 409, 490, 491 e 495 a piazzale del Verano;135 a piazza Bologna; 71, 492, 542 a via della Lega Lombarda. I percorsi sono tronati regolari dopo le ore 13.1

Io non so se quest’opera serve o meno, e se serve ai cittadini o ad altri.
Ma già il fatto che all’inaugurazione di un’opera che dicono essere per i cittadini, costoro non siano ammessi, anzi siano tenuti lontani dalle forze dell’ordine in tenuta antisommossa, la dice lunga sulla parafrasi machiavellica2 che i nostri politici adottano.

Quest’a opera è una di quelle prove che bisogna dare all’Europa e a noi stessi. Rappresenta quella straordinaria capacità di innovazione dell’Italia. Questo conta più di altri fattori”, ha osservato Napolitano

Ecco, Napolitano, non sono queste le prove che dobbiamo dare all’Europa, perché di disprezzo per i cittadini, sfacciataggine e mancanza di rispetto facciamo sfoggio da decenni.
Li conoscono già, lo spettacolo deprimente della nostra classe politica non ha bisogno di repliche ulteriori.
Se senza preavviso hanno chiuso una stazione per inaugurarla, se hanno inguaiato quelli che dovevano scendere lì o cambiare per andare a lavorare o più semplicemente per i cazzi loro, se tutto questo avviene per scoprire una targa che contiene il nome di quello che la scopre, capiamo bene il senso di quel “Questo conta più di altri fattori”.

* * *

  1. Repubbica.it – Tiburtina, via alla nuova stazione. Il primo hub per l’Alta velocità
  2. “Nulla per il popolo ma niente attraverso il popolo” – vedi anche Wikipedia.it

Immagine da http://www.romacapitalenews.com/wp-content/uploads/2011/11/inaugurazione-stazione-tiburtina-napolitano-2811.jpg

1 commento su “The Humam Factor Show”

  1. Una stazione che, gioverà ricordarlo, non è una “nuova” stazione ma una ristrutturazione di una già esistente. Ristrutturazione quantomai profonda e radicale, magari. ma pur sempre ristrutturazione.
    Per quanto riguarda il rispetto verso i servi della gleba… ma quando mai si è visto? Democrazia? Questo è Medio Evo…Dall’Imperatore lontano, ai Principi del “territorio” e poi giù, lungo la scala sociale, sino ai valvassori che gestiscono i municipi e che si atteggiano a piccoli Fedrico Barbarossa di quartiere… siamo segnati.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: