Una scelta di campo

Sono anni che la speculazione edilizia dei dintorni di Roma distrugge il territorio.
Sia perché dove una volta c’erano prati, oggi ci sono case e sia perché il campi assorbono acqua e le case no.
Se ci aggiungi il fatto che per fare le case devi togliere terra, e che poi questa terra la devi mettere altrove (perché lì adesso ci sono case) il tutto sembra un po’ una metafora del lombrico: mangiano terra e fanno merda.
Dove va la terra?
Va nei campi circostanti le case, nei campi circostanti le zone edificate e nei campi in generale.
Il risultato è che la Salaria prima sovrastava i campi di una mezza metrata, adesso viene scavalcata dai campi di qualche centimetro.
Cosa succede quando piove?
Non diluvia, eh, no: piove.
Beh, s’allaga.
Erano anni che si aspettava una presa di posizione forte da parte delle amministrazioni comunali interessate da questo fenomeno dell’innalzamento del livello dei campi; il perché è presto detto: questi allagamenti costano molto alle amministrazioni che poi devono ripristinare la sede stradale.

Bene, qualche giorno fa finalmente si sono visti i primi segnali di questa presa di posizione.
Cartelli di “pericolo allagamenti” integrati dal pannello “in caso di pioggia”, posti a spese della collettività su ampi tratti della statale in argomento.

In questo modo, non solo gli automobilisti continueranno a guadare fango per tornare a casa, ma se chiameranno soccorsi nel caso che il mezzo, scopertosi anfibio, non ne voglia sapere di assecondare questa nuova destinazione d’uso, non saranno persone soccorse in emergenza, ma spericolati che ignorano proditoriamente gli avvisi.

Ecco, fra un po’ integreranno la segnaletica stradale per provvedere ad avvertirci di pericoli dai quali dovrebbero difenderci ed invece ci cagionano: pericolo di stupro in caso di sosta, pericolo di tamponamento in caso di rallentamento allo stop, pericolo di ombra perenne in caso di cavalcavia sopra casa e forse pericolo di abusivismo edilizio in caso di prato.

* * *

Immagine da http://www.magnaromagna.it/cgi-bin/pd/pd.cgi?image=/images/cartelli/cartello-sosta-boh.jpg

1 thought on “Una scelta di campo”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...