Gigaflop

il super-cervellone della Sogei che elabora 22mila dati al secondo attraverso duemila server1

Siamo nell’ordine dell’80802 a 1,22 MHz, ma forse neanche overclockato a 2…

La seconda videata è solo l’antipasto. Nome e cognome del contribuente, più le sue ultime cinque dichiarazioni dei redditi. Un “invio” e si va oltre. Scavando in pochi millesimi di secondo tra tutte le banche dati collegate online con l’Einstein della Sogei (…)

Donne è arrivato il Cervellone!

* * *

Pare che Beppe GRILLO, quello che internet, stia contestando il sistema3 forse temendo che un sistema root come questo, a pieno regime possa entrare nella sua /swiss/home.

* * *

  1. Repubblica.it – Via al controllo dei conti correnti ecco il maxi-computer del Fisco
  2. Wikipedia.it – Intel 8080
  3. IlFattoQutoridiano.it – Beppe Grillo contro Serpico, il sistema del Fisco per monitorare i conti correnti

14 pensieri riguardo “Gigaflop”

  1. Quando ho letto l’articolo non ci volevo credere. Ma il giornalista una lettura velocissima di cosa sia la potenza di calcolo non la poteva fare? Ci sono decine di testate che quando scrivono di tecnologia, o web in generale, hanno una approssimazione imbarazzante. Va bene che la maggior parte della gente non può essere informata su tutto, o non vuole, ma sparare certe cazzate confonde ancora di più le idee. Sono sempre più convinto di vivere nel pleistocene dell’informazione quando leggo certi pezzi. L’unico dato positivo, del putridume che gira sul WEB, è che ora posso leggere 7/8 articoli altrettante testate giornalistiche che trattano il medesimo argomento e aver ben chiaro che l’ODG dovrebbe essere raso al suolo e molti degli iscritti andare a zappare la terra così poi magari due articoli sull’agricoltura li potrebbero fare, magari però!

    Ed io che ancora faccio ricerche serie prima di pubblicare pezzi e cerco di farli divulgativi, ma chi me lo fa fare se poi il figlio del panettiere amico del redattore vive imbucato in certe redazioni?

    Sob!

  2. Sulle questioni “tecniche” neanche mi ci metto… il notiziario che ho ascoltato oggi diceva:
    “Basterà inserire il codice fiscale ed apparirà il nome del contribuente…” (uelà!!) e poi “Un tale “supercomputer” non poteva che essere dedicato ad un “supereroe”: Serpico, il mitico poliziotto americano degli anni ’30.” (’30??)

  3. Sono sicura che questo grande cervellone verrà a controllare il mio esiguo conto corrente e mi chiederà conto di come faccio ad avere due automobili….una delle quali non viene nemmeno quasi più usata perchè non ho più un lavoro……….. In effetti non me le posso permettere più due auto , ma se non vendo la seconda è perchè se la vendo mi danno una miseria e anche perchè fra un anno mia filgia avrà 18 anni ……e la patente . Che faccio …. la vendo? Accetto consigli.

    1. Io non farei nulla sul’onda emozionale.
      Calcola quanto ti costa, ferma, piuttosto che quanto di danno se la vendi.

    1. Barzelletta che girava nelle Sezioni del PCI ai tempi:

      Compagno, se avessi una villa, la metteresti a disposizione del Popolo?
      – Certo, compagno!
      Compagno, se avessi una macchina, la metteresti a disposizione della collettività?
      – Certo, compagno!
      Compagno, se avessi il riscaldamento, ospiteresti dei concittadini in modo che si possano riscaldare?
      – Certo, compagno!
      Compagno, se avessi una bicicletta…
      – … eh no, compagno, bono che quella ce l’ho davero.

I commenti sono chiusi.