Il lato oscuro dell’energia pulita

L’energia eolica è un’alternativa reale ai combustibili fossili? Sentite cosa ne pensa chi vive nei pressi di quei giganteschi mulini e ne ha autorizzato l’installazione unendo magari buoni propositi ambientalisti al tornaconto per la cessione di un angolo della sua proprietà.

Da Internazionale » Il lato oscuro dell’energia pulita

2 pensieri riguardo “Il lato oscuro dell’energia pulita”

  1. Molto interessante. Mi ero posto il problema dell’impatto “vsivo”, della grandezza fuori scala rispetto a ciò che c’è intorno (pur avendone visti quasi esclusivamente lontani da abitazioni). Ma all’aspetto acustico non avevo mai pensato… e figurarsi al’effetto “strobo” dell’ombra delle pale… da studiare.

  2. Messa così la faccenda sembra piuttosto inquietante, ma dovrei valutare meglio prima di dare un giudizio, quindi prendo atto e mi astengo. Mi stupisco però che qualcuno non abbia ancora inventato un modo differente per sfruttare e per incanalare il vento usando uno strumento con minore impatto sull’ambiente. In ogni caso ci sono tante maniere diverse per creare energia pulita. E anche tanta gente noiosa che non sopporta niente. Tipo dove abito io dove è pieno di gente che si lamenta del verso dei gabbiani invece di essere contenta di abitare in un bel posto vicino al mare.

I commenti sono chiusi.