Gerrymandering

Alle ultime elezioni presidenziali negli Stati Uniti, Barack Obama ha ottenuto cinque milioni di voti in più del suo avversario, Mitt Romney, quasi il 4 per cento del totale, vincendo in sette degli otto stati più grandi. Eppure Mitt Romney è stato eletto alla presidenza degli Stati Uniti. Inizia così un articolo di Albert R. Hunt per Bloomberg News, poi ripreso dal New York Times e dalla sua edizione internazionale, l’International Herald Tribune. L’articolo fa riferimento a quello che succederebbe se i repubblicani portassero a termine quello che stanno già facendo o tentando di fare in molti stati: cambiare le regole per l’elezione del presidente degli Stati Uniti.

Da: La legge elettorale americana che avrebbe fatto vincere Romney | Il Post.

Conto Terzi

Questa mattina è apparsa su Repubblica online un’intervista in cui il ministro Giulio Terzi di Sant’Agata si esibisce in una sequela di arrampicature di vetri pur di addurre una parvenza di giustificazione alla strategia diplomatica della Farnesina della quale, essendone il più alto esponente, deve essere considerato diretto responsabile.

Per comodità del lettore e, speriamo, maggiore chiarezza di come stiano veramente le cose qui in India, riportiamo qui sotto alcune parti del botta e risposta tra il giornalista di Repubblica Fabio Bogo e il ministro Terzi, cercando di confutare le risposte di quest’ultimo con prove fattuali e precisazioni.

Questo sarebbe il governo dei tecnici che ci hanno salvato dal baratro.

Segue su Caso Marò: altro debunking – Made in China – Wired.it.