Dieter DAMS

t3-ipod

Sembra che oggi Microsoft™ abbia aggiornato le su applicazioni ™ail, Calenda®io e ©ontatti, per renderle funzionanti; finora non c’avevano fatto abbipazienza.

E riflettevo sul fatto che per qualche giorno, dopo la presentazione di Windows™ 8®, Microsoft™ sia stata considerata un’azienda innovativa almeno nel design ed aveva finito con l’eclissare Apple che ormai ce l’aveva fatte a Scheumorfismo con i barocchismi e innovazione zero. Loro che a Redmond del barocco avevano fatto un credo, diventavano – ripeto solo per qualche ora, la nuova avanguardia del design alla Dieter RAMS.

Poi si scoprì che il tutto era ottenuto da un lato togliendo funzionalità (come se per fare un orologio più semplice uno levasse le lancette) e dall’altro sbiancando la solita sbobba.
Intanto in quel di Cupertino archiviavano in un solo gesto JOBS ed uno dei tanti con una semiparesi al posto sbagliato mandando via FORSTALL (l’altro era SERLET) e mettendoci IVE.

La prima novità che segna la nuova direzione è iTunes 11, che non è un iTunes 10 migliore ma monco; ha gli stessi difetti, ma nessuno dei pregi.
Un miracolo.

Il lavoro IVE ha cominciato a dare i primi frutti con l’applicazione Podcast per iOS (capito, siamo partiti proprio dalle cose sostanziali…), ma molti dicono che questo è solo il primo passo.
OK, auguri per la passeggiata.

Nel frattempo, visto che i telefoni ed i tablet sono ormai una realtà cui siamo abituati, e visto che hanno specifiche tecniche che (quanti milioni di volte avete letto la frase che segue?!) solo cinque anni fa erano caratteristiche dei supercomputer, qualcuno si degnerà di metterci il cazzo di filtro antispam?!

Grazie

* * *

Immagine da T3 Music Player: un music player per iOS ispirato al leggendario design del T3 di Dieter Rams

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: