Impronte digitali

Com’è accaduto? La notizia, pubblicata dal quotidiano “Il Mattino”, ricostruisce il percorso seguito dagli inquirenti, che sarebbero arrivati a questa conclusione dopo aver disposto una perizia calligrafica sulle carte. Secondo la Procura, due dipendenti della Motorizzazione di Napoli, Vittorio Saulino, funzionario tecnico e Antonietta Ceriola, assistente amministrativa, sarebbero entrati nei sistemi informatici per far risultare superato un esame tecnico mai avvenuto, in modo da avvalorare l’autorizzazione a circolare per il bus della Mondo Travel precipitato dal viadotto di Acqualonga.

In Italia questa notizia, in questa forma, suona perfettamente plausibile:

Schermata 2014-05-05 alle 16.00.50

Da Incidente del bus sull'A16 – La Revisione Era Fasulla – Quattroruote.

Avranno smesso?

Verso la metà del ventesimo secolo, la lobotomia era una “cura” talmente popolare per le malattie mentali che un collega di Freeman, Antonio Egas Moniz, vinse il premio Nobel per la medicina nel 1949 per aver perfezionato l’operazione.

L’articolo è molto interessante, ma guardandosi attorno, uno si fa delle domande.

Da La triste storia della lobotomia – Il Post.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: