Il modello statunitense

Cynk, la compagnia dietro il social network “Introbuzz” (o Introbizz o Introbiz, ci arriviamo), nell’ultimo mese ha visto le sue quotazioni crescere di 24 mila volte. Venerdì scorso il valore delle sue azioni ha toccato i sei miliardi di dollari. Per fare un paragone, il New York Times vale soltanto poco più di due miliardi di dollari. Praticamente nessuno ha mai sentito parlare di Cynk e di Introbuzz: non si tratta dell’ultima imperdibile moda di internet, ma con ogni probabilità di una truffa geniale che è sfuggita di mano ai suoi creatori. Cynk ha soltanto un dipendente e nel 2013 ha perso più di un milione di dollari, senza produrre nemmeno un dollaro di ricavi.

Ricordatevi di questo quando dite che da noi non si fa [aggiungete una cosa fica a caso].

Da Un social network di cui non avete mai sentito parlare – Il Post.

1 thought on “Il modello statunitense”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...