Ci si ritrova più di quanto sia opportuno con un bel niente sotto l’acceleratore

L’abbinata di questo quattro cilindri con un cambio manuale a sei marce, non perfettamente riuscita, è la dimostrazione che oramai per sfruttare bene 330 Nm di coppia non ci sono santi, ci vuole l’automatico, meglio se a otto marce. Con il manuale ci si ritrova più di quanto sia opportuno con un bel niente sotto l’acceleratore, per esempio mettendo la terza su un falsopiano, oppure troppo rapidamente nella zona dove la spinta si esaurisce.

Non ho capito; a dirla tutta non so nemmeno se quella frase abbia un senso, anche sgangherato.

Da BMW 218d Active Tourer – Trazione Anteriore E Monovolume: Ecco Come Va (e Quanto Costa) – Quattroruote.

2 thoughts on “Ci si ritrova più di quanto sia opportuno con un bel niente sotto l’acceleratore”

  1. La frase, se ho capito bene, implicitamente, afferma che qualche volta è opportuno avere un bel niente sotto l’acceleratore; in pratica, l’auto degli “Antenati”.

    1. Il problema è peggiore.

      Non si capisce perché gestire 330 Nm con un sei marce dovrebbe essere impossibile, visto che la Giulietta ha un cambio a 6 marce che, sul 1.6 JTDm-2, gestisce 320 a 1750 giri…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...