L’autenticazione condivisa (SPID) è in Gazzetta Ufficiale

Il 20 marzo 2013 iniziai a coinvolgere amici e colleghi su un progetto di framework per l’autenticazione come avevo dichiarato ad AgendaDigitale.eu una settimana prima.

Alessandro Osnaghi fu il primo a partecipare con entusiasmo e determinazione, oltre al collega Paolo Coppola e Antonello Busetto che ha coordinato la partecipazione di esponenti di varie industries

Paolo in particolare ha avuto un ruolo determinante assicurando la continuità dei lavori anche in mia assenza (partecipare in video a qualche riunione mi ha anche aiutato a non cadere nella depressione di mesi in ospedale)

Francesco Caio ha scelto di includere SPID nelle sue priorità; Matteo Renzi e Marianna Madia hanno più volte confermato l’importanza del “pin unico”.

E adesso finalmente è legge, pubblicata in Gazzetta ufficiale il 9 dicembre 2014.

Certamente non basta una buona legge per fare un buon lavoro; occorrono anche buoni regolamenti tecnici, buona implementazione e buona adoption.

C’è un gran numero di persone coinvolte in queste fasi e tutti noi, da Alessandra Poggiani a Paolo Barberis a Paolo Coppola, assieme a tutti i tecnici e funzionari siamo committed a fare bene anche questi passaggi.

Ora, a parte le industries, l’adoption e il committment, ecco un esempio di cosa può fare un parlamentare che va in parlamento per fare.

* * *

Da QUINTARELLI, Stefano – L’autenticazione condivisa (SPID) è in Gazzetta Ufficiale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...