iNfatti

MJ1K2

Ieri Apple non ha annunciato nulla, ha solo presentato tutto quello che era stato ampiamente annunciato.

Si sapeva tutto tutto prima, a partire dal nuovo MacBook, la cui sola sorpresa è stata quella di non chiamarsi Air.
L’Air resta in vendita in modo che coloro che ormai sono stremati da questi continui cambi di connettori del cazzo ne possano fare scorta; poi POUF!

Le uniche novità sono state:

Sul mega schermo dello Yerba Buena Center, si sono viste immagini molto applaudite di una serie TV in cui c’è tanto di quel sangue finto che quelli che lavorano in post produzione avranno i pixel rossi scarichi.
Teste mozze, sciabolate, coltellate alla gola ed altre cose che, essendo fiction, sono belle tanto da annunciarle col sorriso.
Non è moralismo, eh, è che è dai tempi di Profondo Rosso che le abbiamo viste ‘ste cazzate.

Apple Pay si potrà utilizzare per i distributori Coca-Cola.
Applausi.
Bah.

“Unable to innovate my ass”™.
Tutta roba vecchia con l’ennesimo giro agli spilli di carburatore, a parte il MacBook, che è un Air che non si chiama Air.
Il Mac Pro non è stato mai citato.
Perché?! Perché è vecchio, appunto, assieme allo schermo Thunderbolt che non è né 4 né 5K, ma costa come un iMac.
In effetti la sorpresa è che l’Air adesso costa meno ed è più potente, ma non ha lo schermo Retina.
Non c’è nulla da capire, tranquilli.

Ah, è aumentato tutto di 100 euro.

Da abbinare col forato a vista.

In effetti di quella non si sapeva nulla.

Poi ho chiuso tutto perché sbadigliavo.

* * *

Tutta fuffa?
No, c’è anche il ResearchKit, notevole.
Così come è notevole il fatto di averlo rilasciato a sorgente aperto.

* * *

Grazie a Nero per la segnalazione dell’adattatore a 89,00 euro.
Chissà se c’è anche il Mac Microdrive e la Mac Interface 1.

5 thoughts on “iNfatti”

  1. Il nuovo IPadBook non è male… l’idea di togliere il “touch” aiPad per dargli una tastiera fisica è geniale. Piuttosto l’idea di “spegnere” la mela sul dorso del portatile sarà pure segno di sobrietà ed understatement, ma quei “muri” di mele luminose riprese nelle aule universitarie erano una pubblicità mica male…

    1. Anche l’idea di metterci il processore dell’iPhone 3 non è male in termini di riscaldamento globale. Magari potevano che metterci il connettore Lightning ed una SIM cellulare.

        1. Ennò, la SIM no, perché devo connetterlo in BT all’Apple Watch che poi è connesso in wiFi all’iPhone che poi usa la rete 4G per il cazzo che se li frega.

          No, la novità assoluta è il color oro su un portatile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...