Bundesgate

Lo scandalo che di questi tempi investe Volkswagen (Vw) e forse altre aziende automobilistiche tedesche che hanno manipolato i sistemi di rilevamento delle emissioni delle loro automobili non avrebbe dovuto costituire una sorpresa per la stampa e l’opinione pubblica.

Gli studi sulle aziende tedesche avevano già messo in luce livelli spaventosi di integrità imprenditoriale e VW di sicuro non è l’unica azienda coinvolta in truffe e loschi affari.

Appena un paio di anni fa uno speciale di Eurobarometer, Survey on Business Attitudes’ towards Corruption (Sondaggio sugli atteggiamenti imprenditoriali nei confronti della corruzione) aveva reso noto che più della metà delle aziende esaminate credeva che in Germania di regola i contratti di approvvigionamento rientrassero in precisi accordi d’appalto o che fossero predefiniti.

Altre aziende interpellate hanno dichiarato in percentuali analoghe che nella comunità imprenditoriale tedesca il clientelismo verso amici e familiari è molto diffuso.

Quale parte di “sono governati da democristiani dal dopoguerra” non era chiara?

Da Dopo lo scandalo Volkswagen: Il mito dell’integrità del mondo degli affari tedesco | VoxEurop.eu: notizie europee, vignette e rassegne stampa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...