I cittadini? In USA?!

Edward Snowden aveva ragione a denunciare la sorveglianza indiscriminata, l’interferenza come metodo d’indagine, i controlli a strascico. Tim Cook sbaglia, invece, quando dice: «Nelle mani sbagliate, questo software avrebbe il potenziale di sbloccare qualsiasi iPhone fisicamente in possesso di qualcuno». Le mani dell’autorità giudiziaria non sono sbagliate. Sono le mani autorizzate dal patto sociale, come ha ricordato Massimo Sideri su Corriere.it.

Contraddirsi nella stessa frase con argomentazioni tanto convincenti è oggettivamente difficile.

Da Prima i clienti poi i cittadini. La scelta sbagliata di Apple – Corriere.it

4 thoughts on “I cittadini? In USA?!”

  1. La paura di essere indifesi davanti a minacce ignote fa fare brutti scherzi. Molti sono veramente convinti che perdere ogni diritto di riservatezza li salvi. Il problema è che questi votano e convincere i più che sbagliano è davvero difficile. (Prendersela con Severgnini su questi temi è come sparare sulla Croce Rossa, però. :-) )

  2. “Those who would give up essential Liberty, to purchase a little temporary Safety, deserve neither Liberty nor Safety”. Benjamin Franklin

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...