U: 4.0

U

In questo numero dell’inserto U, la controparte maschile dell’inserto femminile, parliamo di:

C’è stato un momento in cui la parola d’ordine era “empatia”. Libri, corsi, workshop insegnavano l’approccio empatico.
Poi c’è stato l’approccio “olistico”, con al seguito ogni gadget possibile di cui giustamente nessuno ricorda più.
Recentemente la “resilienza” si è imposta assieme a “quant’altro”, “e barra o” e i virgolettati fatti con indice e medio di entrambe le mani.
Da un po’ si parla di “industria 4.0”, e come i precedenti, svestiti i costumi e tornati ad imbottigliarsi nel traffico cittadino, nessuno ricorderà più cosa intendessero i teorici di questa punteggiatura.
Nella consueta ottica di servizio, ecco di seguito un bigino:

  1. Industria 1.0: Pezzi di ferro
  2. Industria 2.0: Pezzetti di ferro
  3. Industria 3.0: Pezzi di plastica
  4. Industria 4.0: Cazzate

Ricordate che quelle dell’Industria 4.0 devono essere necessariamente espresse e descritte in inglese, sennò vi sgamano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...