Costi occulti

schermata-2017-01-25-alle-15-07-44

Tutti i prodotti ricondizionati certificati Apple:

  • sono sottoposti a una serie completa di test per verificarne il funzionamento, e gli eventuali componenti difettosi vengono sostituiti;
  • gli Apple Watch con parti da sostituire sono esclusi dai prodotti ricondizionati certificati Apple;
  • sono sottoposti a un accurato processo di pulizia e ispezione;
  • sono riconfezionati (con i manuali del caso, cavi, nuova scatola ecc.);
  • includono il sistema operativo fornito inizialmente con l’unità oppure, in alcuni casi, una versione più recente;
  • devono superare un ultimo controllo qualità prima di essere aggiunti alle scorte di prodotti ricondizionati rivendibili.
  • sono riconfezionati in un imballo speciale (con i manuali del caso, i cavi e gli altri accessori forniti inizialmente con l’unità).

Quindi, a un certo punto li riconfezionano, si ricordano sempre dopo che devono superare un ultimo controllo qualità prima di essere aggiunti alle scorte di prodotti ricondizionati rivendibili, e poi li riconfezionano di nuovo; ma a questo giro in un imballo speciale, così se si dovessero ricordare ancora qualcos’altro…

E li chiamano esperti di comunicazione.

Da iPad Pro 9,7″ Wi-Fi + Cellular 256GB ricondizionato – Grigio siderale – Apple (IT)

Roma Caput Mud

Riassumiamo1.

Dopo aver aumentato lo stipendio dei lavoratori Atac, azienda che potrebbe portare i libri in tribunale a marzo, senza pretendere un aumento di produttività e senza accertare la presenza come accade in tutto il resto d’Italia, e dopo aver corrisposto adeguamenti ed arretrati ai dirigenti Atac, il cui raggiungimento degli obbiettivi per il triennio 2017 – 2019 (sì, nel futuro) non è in discussione e dimostrato dai fatti, abbiamo deciso che il problema di Ama fosse che i netturbini venissero pagati poco. Lo immaginate; e infatti arrivano gli aumenti di stipendio e non si pretende l’applicazione del contratto per tutti gli altri punti; anche perché se lavorassero di più andrebbero a saturare gli impianti per i quali non è stato ancora approntato alcun piano strutturale, e si naviga a vista.

Due giorni fa è stato sbloccato un concorso per istruttore della Polizia di Roma Capitale. Trecento posti.
Era stato bloccato per mancanza di fondi oltre che per un grappolo di ricorsi di tutti contro tutti (praticamente il cartesiano degli stakeholders, diagonale compresa) per presunte irregolarità nell’attribuzione del punteggio delle prove precedenti a quella prossima ventura (orali).
Tutti questi non verranno pagati in soldi del monopoli, ma non è ancora chiaro dove si troveranno i soldi per pagare tutti i summenzionati dipendenti del comune di Roma.

Del nuovo bilancio non si sa ancora nulla.

Quello che si sa di nuovo è che qualche giorno fa, il MoVimento Tra Le Stelle ha rivisto il suo codice etico, in modo che gli indagati non condannati possano essere cacciati solo in base a come tira il culo a Peppe (o ai suoi aventi causa) e che da ieri, tu pensa, tutti gli eletti devono astenersi dal parlare senza previo consenso dell’Olimpo in una delle sue incarnazioni terrene.

Per chiudere, sempre ieri, la sindaca ha ricevuto un invito a comparire dalla Procura di Roma.
Per cosa?
Per le nomine, ovvero, ancora, per l’unica altra cosa di cui si sia occupata questa giunta dal suo insediamento.

* * *

  1. eDue – Pomi di cambio e manici di scopa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: