Coscienze gratis

La verità è che permettere ad alcuni di violare gratuitamente le leggi in nome di ragioni così opinabili e personali come quelle “di coscienza” genera da una parte abusi e ingiustizie, e dall’altra avvilisce le stesse ragioni di coscienza. Se le nostre democrazie hanno espresso delle regole, quelle regole sono da ritenersi fondate su buoni principi, approvati dalle maggioranze: se decidiamo che non lo sono, la soluzione è cambiare le regole, non lasciare libertà di seguirle o no. Non si creano aree di giurisdizioni personali e autonome, opinabilissime, dove alcuni fanno come gli pare con lo stesso diritto con cui altri rispettano le leggi.

Dare dignità all’obiezione di coscienza – rispettabilissima – passa per l’unico tratto che la rende credibile: la disponibilità a violare la legge e pagare per ciò in cui si crede. Le coscienze gratis, son coscienze vuote.

Da Coscienze gratis – Wittgenstein

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: