Grazie ma no, grazie

Sono abituato a considerare il mio voto semplicemente uno strumento, e non l’espressione più profonda della mia coscienza, quindi non faccio drammi se ieri, per la prima volta da quando il centrosinistra organizza le primarie in Italia, non sono andato a votare. Non è un problema, non mi sento simbolo di niente, le primarie mi piacciono, probabilmente ci andrò la prossima volta. Pur considerando il PD particolarmente prezioso, non fosse altro perché è l’unico partito italiano vero e normale, non sono andato a votare perché questa politica tornata alla Prima Repubblica mi annoia e mi repelle, e poi per il motivo più banale: non mi ha convinto nessuno dei tre candidati in ballo.

Grazie anche a Francesco COSTA che mi ha risparmiato di scrivere quello che ha perfettamente sintetizzato lui, che condivido parola per parola.

Da Grazie ma no, grazie | Francesco Costa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: