Bellamente Strikes Back

E io che pago il canone solo per vedere Gazebo in streaming (non avendo né possedendo la televisione dal 1996).

* * *

Nota: se il link a Twitter non dovesse funzionare cliccate qui.

The 1977 US EPA Graphic Standards System

Before 1970, the United States was in a radically different place.

Our environment, our cities, our people: abused, dirty, and sick after years of neglect.

President Nixon decided to change that. In 1970, the United States Environmental Protection Agency was enacted to protect the environment and the American people.

One of the Environmental Protection Agency’s (EPA) top priorities was consolidating numerous state offices––research activities, monitoring, standard-setting, and enforcement activities––to more efficiently carry out its goal of “working for a cleaner, healthier environment for the American people.”

But there was one area in which the EPA—like many government agencies of the time—was terribly inefficient: their graphic design and communications department. Millions of dollars were being wasted annually due to non-standardized formats, inefficient processes, and almost everything being designed from scratch.

Enter design firm Chermayeff & Geismar.

Un lavoro di altissimo livello; il buon design non solo non invecchia, ma spesso ridicolizza i nuovisti che ignorano le basi.
In questi giorni in raccolta fondi su Kickstarter c’è la riedizione del manuale.

Turarsi il nez

Non credo alla retorica dell’emergenza, quella per cui a ogni elezione arriva qualcuno e cerca di convincerti che “stavolta” la situazione è straordinaria, che non è tempo per sottigliezze e grandi progetti, perché i fascisti sono alla porte, e bisogna turarsi il naso, bisogna adattarsi, c’è un nemico da fermare, “stavolta”. E chi gli dà retta dice “ok, li voto, ma è l’ultima volta”. Ogni volta.Questa retorica è stata non solo fallimentare, ma addirittura complice dell’inesistenza di progetti nuovi, alternativi, convincenti, adeguati ai tempi. A forza di seguirli, abbiamo mantenuto gli status quo di cui ci diciamo scandalizzati, abbiamo prodotto uova marce oggi, e siamo sempre rimasti senza galline domani, dopodomani, e per le generazioni che verranno.

Perfetto.

Da Turarsi il nez – Wittgenstein

Tipo una ONG

Più aumenta il ruolo da legislatore del governo, più deve esserci un controllo parlamentare. Serve un organismo che faccia questo.

Il vicepresidente della Camera dei deputati, su Guitter, il 26 aprile 2017.

Getting Your Devices and Data Over the U.S. Border

Contrary to some popular opinion, the U.S. Constitution does apply at U.S. border crossings, so U.S. citizens have rights of free speech and association, freedom from unreasonable searches and seizures, and freedom from forced self-incrimination.

However, U.S. border agents also have broader powers than U.S. police officers, including the ability to conduct warrantless searches of vehicles, luggage, and other possessions. Put another way: in the United States a police officer can’t pull you over, then search and disassemble your car unless they have probable cause and a warrant approved by a judge. However, a border officer can, no warrant needed.

Da Getting Your Devices and Data Over the U.S. Border – TidBITS

Premiére, Settebello, …

Macron è sposato con Brigitte che ha 24 anni più di lui, mia madre quando mi ha partorito aveva 24 anni. Ecco, se scegli per moglie una che può essere tua madre non stai bene, è oggettivamente qualcosa di innaturale. Sarebbe innaturale un 64enne che sta con una 39enne? Lo sarebbe meno, al netto di ogni luogocomunismo politicamente corretto, la natura spiega facilmente il perché. In Francia si insiste molto su Brigitte come copertura di un’omosessualità di Macron non ostentata ma inserita in una logica di lobbismo gay. Forse non è rilevante. Ma che in Francia si passi dalla Premiére Dame ad una sorta di Premiére Mum non è solo una nota a margine di costume.

Jorge Mario Adinolfi ritarda un po’ la benedizione Urbi et Orbi pasquale in attesa dei risultati del primo turno delle presidenziali francesi.
La natura spiega facilmente il perché.

Se il giudice di Costantinopoli

Leggo1:


Il tribunale di Roma ha accolto la richiesta di Uber – il servizio di trasporto privato a metà tra il taxi e il noleggio di auto con autista – di sospendere l’ordinanza con la quale sarebbe stata interrotta l’erogazione del servizio nella città a partire dal 17 aprile. La decisione di bloccare il servizio era stata presa la scorsa settimana, quando il tribunale di Roma aveva deciso che diversi servizi di Uber – Uber Black, Uber-Lux, Uber-Suv, Uber-X, Uber-XL, UberSelect e Uber-Van – fanno concorrenza sleale ai taxisti. Ora Uber può quindi tornare a erogare il servizio, in attesa di una nuova decisione del tribunale sul reclamo presentato dalla società.


Ma se il tribunale di Roma aveva deciso di bloccare Uber, ed oggi il tribunale di Roma ha deciso che non andava bloccato, perché il tribunale di Roma aveva bloccato Uber?

* * *

  1. Il tribunale di Roma ha sospeso l’ordinanza che bloccava Uber nella città, dove per ora il servizio continuerà quindi a essere attivo – Il Post