Nulla di buono (Forchetta)

Parlare di forchetta quando ci si riferisce agli esiti del voto popolare sembra sottintendere che il fine ultimo delle elezioni sia decidere chi mangia…

Annunci

Dov’è la monnezza?! (Relatività)

Non Posso Permettermelo...

Avete presente il concetto di condominio. L’etimologia è chiara, è un peso che vi portate sul cazzo a vita e vi toglie sensibilità nei rapporti col prossimo, fino all’odio.
Avete presente cosa possa significare osare riverniciare le ringhiere con un colore non diverso, ma semplicemente uguale ma di altra marca?
Non marca, ma marche e marche bollate, lettere minatorie, amministratore in fibrillazione.
Scampanellate nel cuore della notte.

Lo zerbino non è a coordinato d’immagine, e in condominio destrorso osate mette un “Benvenuti”, in luogo del previsto e deliberato “Welcome Home”? Sommossa condominiale. Gomme tagliate.

Le maniglie della porta sono fuori squadro dopo che avete messo la blindata? La nuora del generale dell’attico vi apostroferà compitamente come “anarchico dei miei baffi” alla prossima riunione.

Ma se sotto casa vostra costruiscono una strada di 3 chilometri, e per giorni i mezzi di cantiere scaricano monnezza (lasciamo da parte il lato tecnico, ma la puzza?!), nessuno che dica zib.

Eccola la nostra Italia, quella vera.
Terra di artisti, navigatori, e fisici che applicano la relatività ogni giorno.

Un precessore (Sintatticamente irraggiungibile)

L’altro giorno alla radio c’era Sabatini.
Quel Sabatini, quello del Sabatini-Coletti, il Vocabolario della Lingua Italiana.

Gli viene chiesto se precessore e predecessore siano sinonimi.

Lui salta sulla sedia e esclama: “Ma no, non propriamente!”

Io salto sulla sedia e penso: “Ah, esiste il termine precessore?!”

Il Sabatini, quello proprio lui, spiega e definisce i due lemmi da par suo.
Alla fine viene fuori che predecessore è colui che ci ha preceduto nel fare un qualcosa, precessore è colui che ci precede nel farla, un apripista, un qualcuno che ci precede nella stessa direzione.

Rifletto sul fatto che se non si conosce un termine E la sua definizione esatta, si resta ignoranti per sempre. Nella definizione del Sabatini (il cruscante) non c’è il termine “apripista“, l’ho usato io qui, è figurato e forse nemmeno propriamente usato.

Ma se ho chiaro un concetto, come “colui che ci precede nella stessa direzione“, ma non ne conosco la definizione esatta, ma quando lo trovo?!

Ecco che ho avuto chiaro il ruolo del Sabatini e della sua vittoria a mani basse verso qualunque motore sintattico: persone come lui sono il motore semantico della nostra cultura.

Non c’è alcun dubbio che nozione e cultura siano cose diversissime e non c’è alcun dubbio sul fatto che sia inutile cercare le parole per significato sul vocabolario. Così come non ho dubbi sul fatto che se chiedeste al Sabatini (che oltretutto presiede l’Accademia della Crusca) come direbbe di qualcuno che “ci precede nella stessa direzione”, lui non ci farebbe finire la domanda, direbbe “precessore” e aggiungerebbe: “Badi, è una forma arcaica”.

R 20102208 1706

Bentornata Coupé (Alfasud Sprint MY 2006)

Alfasud Sprint

Ricordo i tempi in cui le Alfa erano Alfasud ed Alfetta. Qualcuno potrebbe dire che la situazione non è mai cambiata, e di primo acchito, direi anch’io la stessa cosa. Infatti seguirono le coppie:

Alfa 33 e Alfa 90
Alfa 145/6 e Alfa 155 (brrr)
Alfa 147 e Alfa 156.

Se guardiamo ai coupè, tuttavia, il parallelismo è del tutto dissimile:

Alfasud -> Sprint
Alfetta -> Alfetta GTV
Alfa 155 -> GTV.

Di fatto, dopo l’Alfasud è sempre mancata una coupè derivata dalla piccola di casa, almeno fino ad oggi.

Alfa 147 -> Alfa GT
Alfa 159 -> Alfa Brera.

Il che fa della GT una sorta di Model Year 2006 dell’Alfasud Sprint…

R 20101224 1654

For WOM the Bell Tolls (Win On Mac)

Apple vende hardware.

Ironia della sorte, molti sono convinti che non sia così.

Loro, invece, ne sono assolutamente convinti.

Ottima cosa.

Verba Manent

Dice Silvio Berlusconi:

La Sinistra vuole fare in modo che il figlio dell’operaio sia uguale al figlio del professionista

Parole sante.

Omen None

Non Posso Permettermelo...